Dalla campania per rubare in una gioielleria calabrese

Due donne e un uomo sono finiti in arresto per un furto ai danni di una gioielleria a Melicucco(RC).
C.B., 49 anni, M.F., 26 anni, e M.A. 40 anni sono tre soggetti campani, residenti nella zona del Cilento, ma lo scorso maggio si sono resi protagonisti di un colpo da duemila euro.

Le due donne, introdottesi all’interno della gioiallieri ‘Mp gioielli’, avevano chiesto di prendere visione di alcuni articoli, come si evince dalle immagini della videosorveglianza diffusa, prima di distrarre il commerciante, appropriandosi di più gioielli possibili e di darsi alla fuga.

Ad attenderle in macchina c’era l’uomo che, nel frattempo, era rimasto fuori come palo.

Le indagini del commissariato di Polistena hanno permesso di ricostruire l’accaduto, grazie all’ausilio dei sistemi di videosorveglianza della zona.

E’stato possibile appurare come i tre si siano dati alla fuga con una Lancia Delta con targa bulgara, noleggiata ad Agropoli.

Il Tribunale di Palmi ha disposto per loro la misura dell’obbligo di dimora.

Nelle indagini è stato decisiva la scelta di confrontare i dati investivativi con i social network, attraverso cui è stato possibile appurare che l’uomo, nolegiattore dell’auto, avesse una relazione sentimentale con una delle due potenziali autrici del furto e che tra le stesse ci fosse un rapporto di amicizia.

A ciò si aggiungeva il fatto che le rispettive utenze telefoniche, nquel giorno, si fossero agganciate a celle vicine a quelle del piccolo centro del reggino.

Alessandro Zurzolo

Redazione

Lascia un commento