Scopriamo insieme come si è arrivati al punto in cui il clima non ha più un equilibrio

In che modo si è riusciti a sballare il clima, al tal punto da avere o la siccità o le inondazioni? Che cosa ha fatto saltare l’equilibrio che aveva impiegato diecimila anni a stabilizzarsi in modo che uomini, animali e piante trovassero una loro sistemazione e tutto fosse ben collegato a tutto il resto?
Cercheremo in questo articolo e nei successivi, di rispondere alle domande poste in precedenza e cercheremo di fare chiarezza rispetto a ciò a cui andiamo incontro.

Uno dei più importanti punti che ha portato a questa rivoluzione climatica è il cosiddetto, EFFETTO SERRA, creatosi con l’aumentare del CO2.
Creatosi a sua volta dall’aumentare delle industrie e degli scarichi delle macchine, che andando a sommarsi, vanno a immettere nell’aria una quantità ingente di CO2 per l’ambiente.
Che cosa accadrà? Ci staremo domandando, e invece no, non è questa la domanda giusta da porsi, la domanda giusta da porsi è, cosa sta già accadendo.

Questo effetto serra sta portando ad un riscaldamento dell’ambiente e di conseguenza allo scioglimento dei ghiacciai più importanti, e sta inoltre portando alla creazioni di nubi(nuvole) sempre più grandi e massicce che vanno quindi a scagliare sul nostro suolo una quantità maggiore di acqua, aumentando cosi il livello del mare.

Ma il problema dove sta? Basta diminuire l’emissione di questo maledetto CO2, ma in che modo? Le nazioni ricche sono ricche perchè producono molto, e producendo molto immettono una quantità enorme della solita CO2. Le nazioni che invece stanno diventando ricche sviluppandosi, come il Brasile, la Cina ecc., dovrebbero smettere proprio adesso di produrre e quindi di conseguenza di svilupparsi. Sarebbero disposte a farlo? Sembrerebbe che nessuno ma proprio nessuno sia disposto a fare la “prima mossa”

E nel frattempo che decidiamo a chi far iniziare, la CO2 si accumula, l’effetto serra cresce, e noi ci ritroviamo con persino l’acqua del mare più acida, col risultato che la vita rischia di morire sia sulla terra che nell’acqua.
E questo è solo il primo punto del perchè di questa rivoluzione climatica, continueremo a parlare dei successivi punti nei prossimi articoli.

Alessandro Zurzolo

Redazione

Lascia un commento