CALABRIA – 490 STUDENTI IN GITA PER RIPULIRE LE SPIAGGE

Prendono sempre più piede le gite scolastiche che, anziché recarsi a visitare monumenti o musei, portano gli studenti a praticare un’utile attività: pulire le spiagge. Dopo la Campania, dove nei giorni scorsi 150 studenti di Roma hanno rimosso l’immondizia dalla spiaggia di Cala del Cefalo in Cilento (vedi notizia), lo scorso venerdì anche in Calabria è andata in scena un’iniziativa analoga: ad Amantea ben 490 alunni delle scuole secondarie di primo grado di Lago, Campora, Aiello e Cleto hanno infatti pulito 13 chilometri di spiaggia – un vero e proprio record – raccogliendo tutto ciò che molti incivili avevano abbandonato in riva al mare, deturpandolo e inquinandolo (nella foto, un momento della raccolta). Quella di Amantea era già la seconda edizione di un’iniziativa chiamata “Un mare d’a..mare”, ideata e organizzata dal prof. Nicola Morelli dell’IC Mameli Manzoni di Amantea. «Si tratta di una manifestazione inserita nell’offerta formativa di questo istituto – spiegano gli organizzatori – da sempre impegnato nello sviluppo delle competenze di cittadinanza attiva e nell’educazione al rispetto dell’ambiente e dei beni comuni». La giornata di pulizia è stata resa possibile dalla collaborazione di tanti privati che hanno sponsorizzato l’evento fornendo magliette, bevande, alimenti, sacchetti dell’immondizia, riprese fotografiche e collaborando alla riuscita di una giornata allegra ma di rilevante significato educativo.

Ilario Chiera

Redazione

Lascia un commento